PUGLIA: orecchiette, pasticciotti e panzerotti!

La Puglia, famosa per i villaggi collinari dal caratteristico intonaco bianco, per la campagna dal sapore antico e per le centinaia di chilometri di costa mediterranea, ha ospitato tante popolazioni nel corso della storia: civiltà rupestri (di cui sono rimaste le necropoli), Greci, Romani, Bizantini, Svevi e Borboni. Questo la rende una terra ricca di storia, musei archeologici, edifici patrimonio dell’UNESCO (come i trulli di Alberobello), chiese ed edifici di diversi stili architettonici e antiche tradizioni, ancora oggi preservate. Era la terra preferita dell’imperatore del Sacro Romano Impero Federico II, che fece costruire Castel del Monte. Mare, cibo e storia: un connubio perfetto!                        

Scopriamo insieme alcune golosissime specialità per immergerci “virtualmente” nella cucina pugliese.                                                                                                            

Orecchiette

Le orecchiette sono un piatto tipico tradizionale barese fatto semplicemente di farina di grano duro, acqua e sale, consumato soprattutto con le cime di rapa. È un piatto contadino nato nel Medioevo tra il XII e il XIII secolo. La loro forma particolare (spessa e concava, che ricorda quella delle orecchie) permetteva una facile essiccazione e quindi la conservazione per fronteggiare i periodi di carestia.

Si tratta di una pasta della dimensione di una punta di polpastrello che ha la forma di una piccola cupola, più sottile e liscia al centro e più spessa e ruvida ai bordi.

Panzerotti

Non chiamatelo calzone! Il panzerotto è tutt’altra cosa!

I panzerotti sono una vera prelibatezza e sfiziosità: il tipico panzerotto pugliese è ripieno con pomodoro e mozzarella, ma ne esistono di diverse varianti… per essere gustato al meglio deve essere mangiato caldo.

Esso è nato a Bari intorno al XVI secolo quando le massaie usavano preparare i panzerotti con gli avanzi della massa del pane. Un piatto povero, dunque, che rappresentava la cena per molte famiglie che non potevano permettersi banchetti migliori.

Possono essere preparati anche con differenti ripieni come: rape e scamorza, carne tritata e piselli, caciocavallo e mortadella. La salsa di pomodoro può essere sostituita anche con pomodorini freschi tagliati a pezzettini e basilico.

Al Cestino di Viola vi offriamo la nostra versione: cottura al forno e ripieno di pomodoro e mozzarella italiani di alta qualità.

Pasticciotti

Il pasticciotto è un dolce tipico della zona del Salento in Puglia, è composto da pasta frolla farcita di crema pasticcera e cotto in forno.

Una leggenda attribuirebbe la nascita del dolce a un pasticcere del Mezzogiorno che con poco impasto e poca crema per realizzare un’intera torta ne creò una piccolissima che lui stesso definì un pasticcio, ricevendo tuttavia i complimenti da chi lo assaggiava. 

L’ideale è gustarlo caldo, per rendere ancora più evidenti al palato tutte le sue peculiarità, per assaporarne il profumo della crema e la consistenza della pasta frolla appena sfornata, che raggiunge un colore lucido. A Lecce è tipico consumarlo a colazione, accompagnato magari da un bel cappuccino..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *